Vai al contenuto principale

Torre dei Lossetti a Beura Cardezza

INTRODUZIONE

Il progetto di restauro conservativo della Torre dei Lossetti di Beura Cardezza è stato curato dall'architetto Gianni Bretto di Bannio Anzino

La Torre /Casaforte detta dei Lossetti, dal nome di una famiglia della piccola nobiltà locale, faceva parte del sistema di fortificazioni medievale posto a controllo di una delle strade più trafficate del medioevo: la via commerciale che attraverso il passo del Sempione collegava Ginevra (e Parigi) a Milano ( e Genova) e attraverso il passo del Gries collegava Berna a Milano. Aveva essenzialmente funzioni di presidio, avvistamento e pedaggio. Si trova su uno sperone roccioso immerso in uno splendido bosco ceduo sulle pendici del Pizzo delle Pecore a breve distanza dai confini del Parco nazionale di Valgrande, tra il capoluogo Beura e l'abitato di Cardezza, da cui si domina la piana ossolana dall'imbocco della Valle Antigorio sino al lago di Mergozzo. La Torre è posta in linea visiva con altre torri e fortificazioni, che costituivano il sistema difensivo e di avvistamento e segnalazione medievale, potenziato sotto Ludovico il Moro come baluardo contro le invasioni svizzere e che ebbe come consulente Donato Bramante.

Originariamente constava di quattro piani di cui l'intermedio adibito ad abitazione della piccola guarnigione di presidio (sono conservati focolare e latrina) e i rimanenti destinati a funzioni difensive e doganali. Si tratta di un edificio fuori dal comune, in quanto è interamente costruito in pietra a secco: è formato in pianta da un quadrilatero di circa sette metri di lato (spessore dei muri alla base 105 cm) e si sviluppa sino a quattordici metri in altezza, un altezza notevole per un edificio a secco.

Recentemente il Comune ha acquisito da privati il terreno(4950 mq) e l'edificio ed ha terminato (20 luglio 2009) un intervento di messa in sicurezza e di consolidamento con fondi propri e contributo regionale (L:R: 58/78 pratica n° 47/DA 1803-2008-12 determinazione Direzione Regionale Cultura n°452 del 25/07/2008).



Pagine

Opportunità Per il turista

Alpstone Home

Alpstone TV

Alp Stone Youtube Channel

Visita il nostro canale YouTube!

Alptone TV offre il meglio per conoscere le novità sul progetto, attraverso uno canale nuovo moderno e sempre aggiornato.

> GUARDA

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nostre iniziative e sulle novitè di Alpstone: